Carmine Damiano Curriculum vitae La storia professionale del presidente dell'Impresa di Costruzioni Ing. E. Mantovani

Laureatosi in Giurisprudenza e in Scienze Politiche con il massimo dei voti, ha prestato servizio militare quale ufficiale dell’arma di Cavalleria.

Ha esercitato per circa un anno l’incarico di Segretario comunale e successivamente,  vincitore del concorso per Commissario di P.S. venne assegnato alla Questura di Padova, ove ha diretto prima la sezione antiterrorismo e quindi la D.I.G.O.S., svolgendo delicate indagini sulle principali organizzazioni eversive sia di estrema destra che di estrema sinistra quali ORDINE NUOVO, NUCLEI ARMATI RIVOLUZIONARI, BRIGATE ROSSE e PRIMA LINEA.

 In particolare ha condotto le indagini che portarono alla conclusione della nota operazione denominata “7 Aprile” coordinata dal giudice Pietro Calogero, nei confronti dei vertici di AUTONOMIA OPERAIA, operando personalmente l’arresto a Milano del Prof. Toni NEGRI.

Inoltre, ha partecipato alle indagini sul sequestro e l’omicidio del Presidente del Consiglio MORO e a quelle che portarono alla liberazione del Generale americano JAMES Lee DOZIER, sequestrato a Verona dalle Brigate Rosse (ricevendo anche un attestato di merito dal governo USA), all’arresto dei

 

 

 

 

militanti della Colonna Veneta della BR e all’arresto del capo militare di Prima Linea Maurizio BIGNAMI.

Successivamente ha diretto la Squadra Mobile della Questura di Padova, distinguendosi in una serie di importanti operazioni: innanzitutto quella culminata in Milano con il sequestro record di oltre un quintale di eroina, quella che portò all’arresto dei responsabili di molti sequestri di persona a scopo di estorsione, di numerosi autori di gravi omicidi e di rapine ai danni di furgoni portavalori.

Per anni ha condotto efficacemente la lotta alla criminalità comune ed organizzata, alla corruzione,  contro trafficanti internazionali di droga e di armi e contribuito in maniera determinante alla completa disarticolazione di bande di giostrai operanti in tutto il veneto e della MALA DEL BRENTA, con l’arresto di Felice MANIERO, dopo la clamorosa fuga dal carcere di Padova.

Per tali attività ha ricevuto dal Ministero dell’Interno 32 formali riconoscimenti tra Encomi ed Encomi Solenni.

Dal 2005 al 2007 è stato  Vice Questore Vicario della Provincia di Belluno.

Successivamente, con Provvedimento del Ministero dell’Interno venne  ammesso alla frequenza del corso di ALTA FORMAZIONE manageriale,  presso la scuola di perfezionamento interforze per dirigenti,  classificandosi secondo su 28  partecipanti provenienti anche dagli altri corpi di polizia e dall’estero.

Promosso Questore, dal 2008 al 2012 ha ricoperto, quale Autorità provinciale di P.S., l’incarico di Questore della Provincia di Treviso, riscuotendo unanime apprezzamento da parte delle varie autorità di governo centrale e locale , diventando punto di riferimento dei rappresentanti delle varie istituzioni.

Ha sempre riscosso  incondizionata stima  da parte dell’Autorità giudiziaria, delle Organizzazioni sindacali, del mondo dell’imprenditoria e della classe politica in misura trasversale

Per il suo notevole impegno nel “fronte del sociale” è stato nominato Presidente Onorario di HOPEXCHANGE ONLUS, organismo internazionale a scopo umanitario, il cui progetto fu suggerito e scelto direttamente da Sua Santità Papa Giovanni Paolo II e sostenuto dalle più alte gerarchie vaticane, per promuovere la dignità umana e alleviare le sofferenze nei paesi dell’Africa Sub Sahariana

E’ stato promotore di varie iniziative a sostegno delle vittime di reati e recentemente ha promosso una serie di attività a favore dei bisognosi ed in particolare ha coordinato una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma in Emilia.

Dal Capo dello Stato On. Giorgio NAPOLIANO gli è stata conferita l’onorificenza di COMMENDATORE al merito della Repubblica Italiana.

Il 31.12.2012 ha lasciato la Polizia di Stato con il grado di Dirigente Generale.

Dal 15 marzo 2013 è Presidente dall'Impresa di Costruzioni Ing. E. MANTOVANI SpA, una della principali aziende nazionali del settore infrastrutture, impegnata, tra l’altro nella realizzazioni di grandi opere tra le quali in MOSE per la difesa di Venezia dalla difesa del fenomeno dell’acqua alta e la realizzazione della cosiddetta Piastra del sito EXPO di Milano. Per conto della Mantovani sta promuovendo un’intensa attività di internazionalizzazione del Gruppo creando una fitta rete di rapporti con autorità di governo di vari Paesi esteri.

Dal 3 luglio 2014 è stato nominato anche Presidente del CDA di ADRIA Infrastruttura SpA e consigliere della Società delle Autostrade Serenissima SpA.