News

MANTOVANI, MISSIONE IN EGITTO PER NUMEROSE COMMESSE

PADOVA - Missione in Egitto per Mantovani. Nella prima settimana di ottobre il management di Mantovani ha incontrato i vertici del governo egiziano per allacciare una serie di relazioni in vista di possibili interventi infrastrutturali che il Paese ha programmato.

Assieme alla sua consociata tedesca A&M Development & Construction Group, Mantovani è stata valutata dal governo egiziano per il know how come uno dei più affidabili gruppi imprenditoriali europei per le competenze nei lavori marittimi e fluviali, in quelli legati alla progettazione e realizzazione sia di ospedali che di infrastrutture.
Rispetto a questi settori specifici il mercato egiziano è in rapida e grande espansione.

Nel corso della missione ufficiale in Egitto, il presidente di Mantovani Carmine Damiano e il  responsabile Estero Maurizio Paglierini hanno incontrato anche l'ambasciatore Italiano al Cairo Maurizio MASSARI e il suo staff.

«Ci tengo a ringraziare l'ambasciatore MASSARI e tutto lo staff diplomatico italiano per il fondamentale e per noi indispensabile supporto che ci è stato assicurato – spiega Damiano – Mantovani sta investendo in modo importante in termini economici, di energie e di risorse sui mercati esteri».

Sono almeno sei i progetti sui quali è stato manifestato un interessamento per le competenze e il know how di MANTOVANI: la costruzione di un nuovo ospedale da 200 posti letto, la realizzazione di un tratto della nuova tangenziale  a servizio della capitale, un ponte sul Nilo e tre infrastrutture legate alla mobilità e alle esposizioni nell'area del Mar Rosso.

 

Nella foto, al centro il  ministro dei trasporti del governo egiziano ADEL SALAH TORK, alla sua sinistra il presidente di Mantovani Carmine Damiano e il responsabile Estero Maurizio Paglierini.

 

pubblicata il 14 ottobre 2015